14/08/2020 ore 03:46
Monti Sibillini: precipita un parapendio, il pilota ferito è stato trasportato in elicottero all'ospedale di Terni
Le squadre del SASU (Soccorso Alpino e Speleologico Umbria) sono intervenute nel tardo pomeriggio di ieri nelle le vicinanze di Monte Calarelle, sui Sibillini, per recuperare un parapendio precipitato. La richiesta di soccorso è partita immediatamente quando cioè il pilota, in fase di atterraggio, per un errore fatale ha compromesso la manovra. A causa delle lesioni riportate non è stato però possibile il trasporto con automezzi data la strada sterrata e molto accidentata. E’ stato quindi allarmato l’elicottero NH500 di base a Foligno per la campagna antincendi dell’area boschiva, che ha trasportato due tecnici di Elisoccorso del CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico) nel luogo dell’incidente, mentre altre squadre a terra del Soccorso Alpino e Speleologico sono state convogliate sul posto da Perugia e Terni. Le dimensioni ridotte dell’elicottero non hanno permesso il recupero della barella dell’infortunato e quindi, a causa dell’insorgere della notte, è stata allertata l’Aeronautica Militare che ha fatto decollare un HH3F militare abilitato al volo notturno in modalità NVG (Night Vision Goggles ovvero visori ad intensificazione di luce per il volo notturno). Il ferito è stato trasportato all’Aviosuperficie “Leonardi” di Terni che ha aperto appositamente la struttura per permettere l’atterraggio dell’elicottero. Un ambulanza del 118 era ad attendere il ferito per trasportarlo all’ospedale di Terni. Sono intervenuti anche il 118 e i Vigili del Fuoco.
14/8/2011 ore 5:32
Torna su