23/09/2020 ore 10:57
Castel Viscardo: mercoledi 10 agosto 14esima edizione di "Calici di stelle"
Il 10 agosto si svolge a Castel Viscardo la 14esima edizione di “Calici di stelle”, manifestazione estiva ideata dal Movimento Turismo del Vino e dall’Associazione Nazionale Città del Vino che in una delle notti più suggestive dell’anno offre ai turisti la possibilità di godersi “la pioggia di lacrime di San Lorenzo” in compagnia di un vino di qualità. Tema centrale della manifestazione del 2011 è “L’Unità d’Italia e il risparmio energetico “150 anni nel bicchiere”. Anche per questa edizione il calendario di “Calici di Stelle” sarà ricco di eventi di ogni tipo, tra i quali degustazioni, musica e passeggiate notturne per gli splendidi borghi che ospiteranno la manifestazione. Il Comune di Castel Viscardo insieme alla Strada dei Vini Etrusco Romana in provincia di Terni, come ormai da tradizione, rinnova l’invito a festeggiare la notte di San Lorenzo, il 10 agosto, con “Calici di Stelle” nello splendido borgo di Monterubiaglio, nella piazza e nelle vie intorno al Castello. L’iniziativa offrirà un ventaglio di interessanti attività, tra cui la consegna dell’ambitissimo premio “Grappolo d’Oro”, patrocinato dall’amministrazione comunale di Castel Viscardo. Alle ore 21.15 verrà assegnato il premio “Grappolo d’Oro” ad una personalità di spicco che si è impegnata con successo nella produzione e promozione del prodotto enologico. Nelle passate edizioni di Calici di Stelle molti i personaggi di rilievo che sono stati premiati: Lamberto Sposini, Antonio Lubrano, Riccardo Cotarella, Andrea Muccioli, Michele Cucuzza, Sandro Petrone, Alfredo Antonaros, Federica Gentile e Francesco Giorgino. Una sorpresa di buon compleanno, per i 150 anni dell’Unità d’Italia sarà il momento collettivo che unirà la piazza per celebrare la nostra nazione con i vini di Orvieto, Amelia e del territorio della provincia di Terni. Alle 22.00 prenderà il via la “Passeggiata enologica”, lungo le vie che si snodano intorno al Castello Medievale. Ricca di suggestione sarà guidata da sommelier della Fisar che presenteranno vini bianchi, rossi e da dessert, gentilmente offerti dalle cantine associate all’Associazione Strada dei vini Etrusco Romana. La degustazione sarà organizzata e curata dalla dalla Pro-loco di Monterubiaglio. In piazza intrattenimento con il gruppo “Gli sprassolati” (Andrea Caponeri: Voce Gianmarco Fusari: Chitarra, piano e voce) che ripescano brani di autori nascosti o oggi poco conosciuti (Alberto Fortis, Ivan Graziani, Enzo Jannacci, Pierangelo Bertoli, Goran Kuzminac, Alberto Camerini, Sergio Endrigo, Pacifico ed altri) o le stanze poco frequentate dei grandi della musica italiana (Battiato, Guccini, Dalla). Particolare attenzione sarà riservata al tema dell’ambiente. Centro e cuore della manifestazione anche quest’anno sarà la promozione dei legumi tipici dell’Alfina, una scelta, questa, che vuole lanciare un messaggio al consumatore per l’uso dei prodotti a Km zero. L’amministrazione comunale di Castel Viscardo ha avviato da alcuni anni un progetto denominato De.co. per la reintroduzione nella pratica agricola locale di prodotti come lenticchie, ceci e cicerchie. Grazie al contributo della Regione Umbria sono già stati coltivati legumi senza intervenire con trattamenti antiparassitari e diserbanti su una superficie di 15.000 mq. Il progetto, che ha permesso di indirizzare alcune aziende private alla coltivazione e alla vendita diretta dei prodotti sul mercato, ha ora bisogno di essere promosso in eventi con grande richiamo di pubblico interessato all’enogastronomia. Inoltre il Comune invita ad adottare “il silenzio energetico” la notte del 10 agosto, iniziando proprio dalle illuminazioni pubbliche dei centri storici, perché oltre a rappresentare un valido esempio di buona pratica energetica, servirà a creare una migliore atmosfera per l’osservazione stellare. Gli organizzatori ricordano che le degustazioni dei vini saranno proposte esclusivamente in calici di vetro, che saranno a pagamento, per esaltare al meglio il vino, un prodotto prezioso frutto di una cultura antica e un sapere unico che ogni azienda esprime nella produzione, ma anche indiretto delle stesse amministrazioni, impegnate nella valorizzazione e tutela del territorio. Infine Calici di Stelle è l'occasione per porre l’accento sul tema del consumo moderato, anche se di estrema qualità, di bevande alcoliche.
4/8/2011 ore 1:09
Torna su