15/08/2020 ore 12:28
I ternani vanno in vacanza, ma meno giorni ed in località più abbordabili
Sono tanti ma non tantissimi i ternani che si apprestano ad effettuare una vacanza nel mese di agosto 2011. La vacanza ed il viaggio, seppure più corti rispetto al passato, restano un must per molti ternani, ma ovviamente non per tutti. Quattro su dieci ha effettuato un soggiorno con pernottamenti fuori casa o si appresta a farlo, ma il 60% resta a casa o rinvia le vacanze ad ottobre. Questo è quanto emerge da una recente indagine realizzata dal Centro Studi di Confcommercio. L’83% di chi è in vacanza soggiorna in case, in albergo o nelle strutture extra alberghiere, mentre il 17% andrà esclusivamente nella propria casa di villeggiatura. La durata media delle vacanze estive 2011 è di 10 giorni, ma in generale, se nella maggioranza dei casi la durata sarà identica a quella dello scorso anno, una quota consistente, pari al 22% effettuerà vacanze più corte, probabilmente in un’ottica di razionalizzazione, cercando di risparmiare. Nonostante il rito “agostano” coinvolga la maggior parte delle persone in villeggiatura ben il 33% ha effettuato la vacanza a giugno e/o luglio ed una quota del 12% partirà a settembre. Del 60% di chi ha dichiarato di non effettuare alcuna vacanza, la grande maggioranza ha addotto come giustificazione l’esigenza di risparmiare, mentre circa il 5% ha dichiarato di preferire le vacanze in altri periodi dell’anno. Le vacanze restano un tratto importante dello stile di vita di un numero consistente di famiglie ternane; se è vero che il 40% si muoverà o si è già mosso in questo periodo estivo, una quota del 20% di intervistati ha dichiarato di avere fatto un periodo di vacanza con almeno 3 pernottamenti fuori casa nella prima parte dell’anno.
4/8/2011 ore 0:10
Torna su