20/07/2019 ore 07:21
La Regione taglia consulenze esterne ed incarichi e nel 2011 risparmierà circa 2 milioni di euro
“Così come ci siamo impegnati a fare, la Giunta regionale sta proseguendo nell’azione di contenimento dei costi di funzionamento dell’amministrazione regionale. Grazie agli ultimi provvedimenti assunti dall’esecutivo relativi a consulenze e incarichi a tempo determinato, infatti, potremo contare per il 2011 su un risparmio di due milioni di euro”. E’ quanto affermano la presidente della Regione, Catiuscia Marini, e l’assessore al personale, Franco Tomassoni, che ha illustrato in Giunta regionale il relativo provvedimento. Nello specifico è stato stabilito che le spese (finanziate con risorse proprie del bilancio regionale) per personale a tempo determinato e/o con contratti di collaborazione coordinata e continuativa devono essere contenute, nell’esercizio 2011, nel limite del 50% di quelle sostenute nel 2009 e le spese per consulenze, studi e incarichi nel limite del 20% di quanto sostenuto nel 2009. La Regione Umbria ha sempre posto anche una particolare attenzione alla razionalizzazione e contenimento dei costi di funzionamento attuando una attenta politica del personale che ha portato ad una costante riduzione, negli anni, del numero dei dipendenti (passati da 1528 unità del 2001 a 1206 del 2011).
29/6/2011 ore 0:25
Torna su