21/11/2019 ore 07:15
Rapinavano le prostitute lungo le vie di Terni, in carcere tre giovani pregiudicati
Giovanissimi, disoccupati e pregiudicati, questo l'identikit dei tre arrestati all’alba di oggi dagli agenti della 2° Sezione della Squadra Mobile ternana. Sono tutti e tre residenti nella provincia di Rieti e sono finiti in carcere in quanto accusati di una serie di rapine commesse a partire dal mese di novembre dello scorso anno fa ai danni di prostitute. La tattica usata dai tre, uno di 19 anni e due di 21, era sempre la stessa: due di loro si nascondevano nel bagagliaio dell’auto e quello che guidava, si avvicinava alla prostituta, la faceva salire in auto e la portava in una zona appartata. Appena la macchina si fermava, i complici scendevano e rapinavano la ragazza, minacciandola con un taglierino. In un’occasione, però una delle loro vittime, una ragazza rumena, è riuscita a fuggire ed ha avuto il coraggio di denunciare il fatto alla polizia, assistita anche da una connazionale che aveva assistito all’incontro. Entrambe hanno fornito una descrizione dettagliata dei ragazzi, con dovizia di particolari, ma la svolta alle indagini è stata data quando lo scorso mese di marzo, la ragazza rapinata ha visto di nuovo in città l’auto con a bordo i tre. Questa volta ha preso la targa ed è tornata di nuovo in questura e dopo una serie di accertamenti è stato possibile individuare i giovani, uno di loro già arrestato per gli stessi reati. Questa mattina, in stretto accordo con la Squadra Mobile della Questura di Rieti, i tre pregiudicati sono stati arrestati presso le loro abitazioni e sono stati portati in carcere, dove per loro è stato disposto l’isolamento giudiziario. Sono in corso ulteriori indagini, sia da parte della Squadra Mobile di Terni, che di quella di Rieti, per determinare la loro responsabilità in fatti analoghi.

26/5/2011 ore 15:32
Torna su