18/11/2019 ore 06:35
Inseguimento con spari lungo il Rato, arrestati due fratelli che trasportavano un etto di eroina
Un inseguimento cominciato nella zona di San Carlo a Terni e finito a Nera Montoro. Lungo il raccordo Terni-Orte, in piena notte, con gli agenti della polizia che ad un certo punto hanno anche sparato dei colpi in aria per convincere i due fuggitivi a fermarsi. A finire in manette sono stati due fratelli marocchini di 19 e 29 anni, il primo incensurato l'altro con precedenti specifici ed entrambi domiciliati a Terni. Gli agenti della Squadra Mobile della questura di Terni li hanno arrestati per possesso ai fini dello spaccio di sostanze stupefacenti, nello specifico eroina. Le indagini, coordinate dal Pm Elisabetta Massini, erano iniziate alcune settimane fa, quando alla polizia era giunta notizia che sulla piazza ternana era in arrivo una grossa partita di eroina il cui rifornimento sarebbe stato assicurato dai due nordafricani. Cosė sono iniziati pedinamenti e controlli, fatti anche attraverso l'uso del gps che ha permesso agli agenti di seguire i movimenti dei due spacciatori che ad un certo punto sono stati segnalati in piazza Garibaldi a Napoli. La polizia ha aspettato che i due facesseroi il loro giro di rifornimento, poi li hanno attesi al varco e in piena notte hanno intimato l'alt ai due marocchini nella zona di San Carlo. I due hanno ignorato il blocco dandosi alla fuga; č iniziatoi cosė un movimentato inseguimento lungo il Rato che ha anche costretto gli agenti a chiudere un tratto di strada per evitare che nella delicata operazione potessero andarci di mezzo gli automobilisti in transito. Nel corso dell'inseguimento i poliziotti hanno anche dovuto esplodere alcuni colpi di pistola in aria per riuscire a fermare i fuggitivi. Quando finalmente i due sono stayi fermati nella loro auto sono stati trovati 100 grammi di eroina purissima dalla quale si sarebbero ricavate circa 200 dosi.
(Foto di repertorio)
16/5/2011 ore 0:21
Torna su