12/11/2019 ore 21:43
Arrestato un rumeno di 29 anni, l'uomo era colpito da un mandato di arresto europeo
I carabinieri della stazione di Terni hanno tratto in arresto un cittadino rumeno di 29 anni residente nel capoluogo, in quanto colpito da un mandato di arresto europeo. Tale istituto è entrato nel nostro ordinamento con la legge 69 del 2005 che ha ratificato una decisione quadro del Consiglio dell’Unione Europea. La legge disciplina il mandato di arresto europeo e le successive procedure di consegna allo stato nel quale è stata emessa la sentenza per cui il soggetto è stato condannato e nel quale, pertanto, dovrà scontare la pena inflitta o essere sottoposto a misura cautelare. In questo tipo di operazioni assumono notevole rilevanza gli organi di cooperazione internazionale, come il servizio centrale per la cooperazione internazionale, che coordina le attività degli organi di polizia di tutto il territorio nazionale per quello che riguarda i rapporti con la forze di polizia degli stati europei e dell’area Schengen, nonché la banca dati Schengen, in cui confluiscono i dati di interesse e le comunicazioni inserite da parte di tutti i paesi aderenti agli accordi di Schengen. Nel caso specifico il mandato di arresto europeo era stato emesso dall’autorità giudiziaria rumena per alcuni reati contro il patrimonio commessi dal soggetto quando si trovava ancora nella sua terra d’origine. I militari ternani, avendo avuto notizia della misura pendente a carico del soggetto ed avendo individuato il luogo ove questi vivesse hanno proceduto al sua arresto. L’arrestato, nel corso della mattinata, è stato associato presso il carcere di Sabbione a disposizione della Corte d’Appello di Perugia per la successiva consegna allo stato richiedente.
17/4/2011 ore 5:10
Torna su