20/07/2019 ore 07:09
Trasporto pubblico locale: incontro in Regione con le associazioni dei consumatori ed i pendolari
Nonostante i tagli del Governo, la Regione Umbria intende garantire, anche per il 2012, l’attuale livello dei servizi ferroviari regionali. A tal proposito si sta provvedendo ad aggiornare gli strumenti normativi in relazione alle mutate esigenze e alla recente evoluzione legislativa di settore. Lo ha annunciato nei giorni scorsi l’assessore regionale ai trasporti nel corso dell’incontro che si è tenuto nei giorni scorsi in Regione con i rappresentanti delle Associazioni dei consumatori e dei Comitati dei pendolari umbri. All’ordine del giorno una prima verifica sui contenuti della Carta sulla qualità dei Servizi ferroviari 2011, erogati da Trenitalia S.p.A. e da Umbria TPL e Mobilità, e le problematiche del trasporto pubblico locale. La situazione finanziaria del trasporto pubblico locale risente fortemente dell’attuale crisi economica. Parte delle risorse 2011 disponibili per il settore – ha aggiunto l’assessore - verranno ripartite tra le Regioni sulla base di criteri di premialità, il cui fine è favorire le Regioni virtuose, incentivando le iniziative per il miglioramento dei servizi agli utenti. L’Umbria – ha sottolineato - ha da tempo avviato una riorganizzazione del settore del trasporto pubblico regionale e locale che ha portato alla costituzione dell’azienda Unica Umbria TPL e Mobilità. Per l’assessore è ora indispensabile procedere verso una maggiore efficienza e razionalizzazione dei servizi attraverso una programmazione unitaria a livello regionale, superando forme di campanilismo legate agli attuali ambiti provinciali di traffico. I servizi su gomma – ha concluso - dovranno essere fortemente integrati con quelli su ferro anche per ottimizzare i costi. Nel corso dell’incontro, l’assessore ha preso atto di alcune esigenze rappresentate dai pendolari che, in particolare, hanno concordato sulla necessità di mantenere anche per il prossimo anno l’attuale livello dei servizi. L’assessore si è inoltre impegnato a valutare alcuni contributi e suggerimenti sulle Carte dei Servizi emersi durante la riunione.
2/5/2011 ore 0:15
Torna su