22/11/2019 ore 22:36
Vendeva placche con falsi simboli delle forze dell'ordine, denunciato commerciante orvietano
Un commerciante di 54 anni di Orvieto č stato denunciato dagli agenti della Questura di Terni per aver messo in vendita, nel suo negozio di articoli militari, porta documenti, placche metalliche di riconoscimento, porta placche e portafogli recanti, fra le altre, le scritte: polizia, carabinieri e guardia di finanza. Oggetti del tutto simili a quelli realmente in uso alle forze di polizia, anche se ovviamente sprovvisti dei numeri di matricola identificativi che vengono assegnati esclusivamente dalle Amministrazioni di appartenenza. La vendita di tali articoli č vietata dal Codice Penale che all’articolo 497 ter della Legge n. 49 del 2006, ne vieta la detenzione, la fabbricazione o la formazione, anche per prevenire e combattere le truffe e i raggiri, spesso ai danni di persone anziane, in cui criminali senza scrupoli si spacciano per appartenenti alle forze dell’ordine proprio mostrando contrassegni e distintivi falsi. La Squadra Amministrativa della questura di Terni ha intensificato i controlli in tutta la provincia proprio per verificare la detenzione ai fini della vendita di oggetti e documenti che simulino le funzioni dei Corpi di Polizia ed insieme al materiale, circa un centinaio di articoli, ha sequestrato anche i cataloghi che lo pubblicizzano, indirizzando le indagini anche verso le ditte produttrici, note a livello nazionale, che nonostante l’articolo di legge hanno continuato a produrre ed a mettere in circolazione la merce.
4/3/2011 ore 13:27
Torna su