20/07/2019 ore 07:44
Terni: si č insediato il nuovo Questore, č Antonio Maiorano, 57 anni, fino a ieri capo della questura di Pordenone
Si č insediato oggi il nuovo Questore di Terni, Antonio Maiorano. Il primo atto ufficiale della sua presenza nella nostra provincia č stato quello che ha visto la deposizione di una corona di alloro al monumento ai caduti della Polizia di Stato, di fronte all’ingresso della Questura. Maiorano ha poi incontrato i funzionari e il personale della polizia e successivamente ha fatto visita al Prefetto di Terni Augusto Salustri. C'č stato anche un colloquio con i rappresentanti delle organizzazioni sindacali del personale della Polizia di Stato e dell’Amministrazione Civile dell’Interno, poi un altro incontro con i giornalisti locali. Il nuovo questore di Terni č nato a Scala Coeli (CS), ha 57 anni, vive a Roma, č coniugato, ha due figli ed č laureato in Giurisprudenza. Arriva da Pordenone dove č stato Questore di quella provincia dal 25 agosto 2008 fino a ieri. Inizia la carriera come Commissario di Pubblica Sicurezza nel 1980, ricoprendo svariati incarichi sia sul territorio sia presso il Dipartimento della Pubblica Sicurezza, dirigendo tra l’altro:
- la Squadra Mobile della Questura di Ravenna;
- la D.I.G.O.S. della Questura di Catanzaro;
- la Squadra Mobile della Questura di Catanzaro;
- la 2^ Sezione "Contrasto alla Criminalitŕ Organizzata Calabrese" del Reparto Investigazioni Giudiziarie della Direzione Investigativa Antimafia di Roma;
- la 2^ Divisione "Coordinamento degli Uffici Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico" della Direzione Centrale della Polizia Criminale di Roma;
- la 1^ Divisione "Impiego e Gestione dei Reparti Prevenzione Crimine" del Servizio Controllo del Territorio presso la Direzione Centrale Anticrimine della Polizia di Stato di Roma;
- la 11^ Zona Polizia Frontiera di Puglia, Abruzzo e Molise con sede in Bari.
Nel suo curriculum, anche numerose missioni all’estero, riconoscimenti vari, docenze presso Istituti d’Istruzione della Polizia di Stato e la frequenza del 23° corso di Alta Formazione presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia.
7/2/2011 ore 16:53
Torna su