18/07/2019 ore 13:09
Due ragazze quindicenni scappano di casa ma vengono ritrovate dalla polizia
Le avevano viste uscire di casa ieri mattina per andare a scuola e poi più niente, telefoni cellulari spenti. Solo nel tardo pomeriggio sono riuscite a contattarle telefonicamente per sentirsi rispondere che non sarebbero rientrate a casa. Alle due mamme, una signora tunisina di 48 anni ed una dominicana di 39, entrambe residenti a Terni, non è restato altro che rivolgersi alla polizia e denunciare la scomparsa delle loro figlie quindicenni, compagne di scuola. le due mamme hanno descritto agli agenti la fisionomi delle ragazze, raccontando delle loro frequentazioni ed esternando nel contempo la loro preoccupazione per un peisodio legato all’arresto, avvenuto pochi giorni prima, da parte della Volante, di alcuni amici delle due ragazzine per reati di droga. L’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, diretto da Francesco Petitti, ha iniziato subito le ricerche delle ragazze, inviando due pattuglie della volante nei luoghi frequentati dai giovani ternani e questa mattina, intorno alle 10, nell’immediata periferia cittadina, passando davanti ad un bar, i poliziotti hanno riconosciuto in mezzo ad alcuni giovani, proprio le due ragazze scomparse. Queste appena hanno visto la polizia hanno cercato di nascondersi, coprendosi con il cappuccio della felpa. Le due ragazze ed il loro accompagnatore sono stati portati in Questura; il ragazzo, loro coetaneo, ha riferito di averle incontrate solo poco prima alla fermata dell’autobus e di aver prestato loro il telefonino, con il quale, è stato poi riscontrato, le due avevano chiamato, usando l’opzione “nascondi ID chiamante”, le rispettive madri. Le ragazze sono state affidate ai genitori, non prima però di essere state sentite dagli agenti per conoscere le motivazioni del loro gesto, i luoghi in cui si sono nascoste e le persone incontrate in questa loro pur breve fuga.


3/2/2011 ore 14:33
Torna su